Vi invitiamo a Firenze, mercoledì 29 maggio 2019 alle 20.45, presso Cinema di Castello Via Reginaldo Giuliani, 374, all’incontro sul tema:

RIFIUTI: INCENERIMENTO O RICICLO?

Per informazioni: Manuela Pantani  riptoscana@gmail.com

Proiezione del film documentario dal titolo: “SPORCHI DA MORIRE”
Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma.

Un film di Marco Carlucci
Con Stefano Montanari, Paul Connett, Carlo A. Martigli
Prodotto da: Creative District Primafilm

Seguirà dibattito con il comitato ONLUS MAMME NO INCENERITORE

È vero che gli inceneritori fanno male? Quali sono i reali rischi diretti e indiretti per la salute delle persone? Cosa sono le nanoparticelle e chi le produce? I termovalorizzatori sono meglio degli inceneritori?

Questi sono solo alcuni dei legittimi dubbi di un cittadino.

Come vedremo però, cercare e trovare risposte vere ed esaustive non è opera semplice.

Il film-documentario racconta il viaggio di un cittadino alla ri-scoperta del mondo reale che lo circonda, un’immersione in realtà note, ma non conosciute, un ampliamento di visione che comporta la comprensione di un ambiente che comprende nanoparticelle e polveri sottili.

Si mettono in risalto le differenti versioni che sono oggi diffuse, la versione ufficiale propagandata dai mezzi di comunicazione nazionali e locali, da politici e dalle istituzioni, che vede negli impianti di incenerimento la panacea di tutti i mali arrivando a sostenere che questi impianti hanno rischio zero sulla salute dei cittadini e non solo; e la versione non ufficiale alimentata da molti ricercatori, scienziati, medici e cittadini che negli anni hanno condotto studi, rilevamenti e osservazioni, arrivando ad una conclusione che è in netto contrasto con la versione ufficiale.

Ecco quindi che nel viaggio virtuale incontriamo il Prof. Stefano Montanari e sua moglie la Dott.ssa Antonietta Gatti, ricercatori nel campo delle nanoparticelle, che da anni si battono contro la costruzione e l’uso degli inceneritori.

“Riaffermare la Vita costa fatica, ma per noi ne vale davvero la pena, altrimenti cosa diremo ai nostri figli, cosa daremo al futuro del mondo? È risaputo che da diversi decenni la questione del cibo e dell’ambiente rientra in un preciso disegno economico in mano a pochi potenti che lo amministrano e controllano, per poter sfruttare la vita di miliardi di persone su tutto il pianeta.”
Fonte: Presentazione commissione RIP Agricoltura e Ambiente

“Il movimento MAMME NO INCENERITORE è costituito da cittadini che condividono la speranza e l’impegno per la difesa e la tutela dell’ambiente. Nato spontaneamente da un gruppo di mamme preoccupate per la realizzazione di un inceneritore nella piana fiorentina e degli effetti nocivi e irreversibili che tale impianto produrrebbe sulla salute umana e sull’ambiente, il movimento ha come scopo primario quello di approfondire l’argomento e sensibilizzare la cittadinanza attraverso diverse iniziative, finalizzate anche alla divulgazione e conoscenza delle alternative possibili agli impianti di incenerimento di rifiuti.”
Fonte: Comitato ONLUS MAMME NO INCENERITORE

Leggi il nostro programma: Programma dell’associazione Riprendiamoci il Pianeta – Movimento di Resistenza Umana
Ascolta la nostra Radio: True Humans Radio

Evento di: RIP-MRU Toscana