Le associazioni Alternativa Riformista Umbria e Riprendiamoci il Pianeta, dopo pochi mesi dal precedente Convegno organizzato all’Aquila il 21 Novembre 2016, propongono a Perugia un ulteriore incontro di due giorni, il 29/30 Aprile 2017, per approfondire le tematiche sulle scie chimiche, la geo-ingegneria e la manipolazione climatica. In seguito alle dichiarazioni di Trump, attuale Presidente degli Stati Uniti, che ha avvallato la proposta dell’Università di Harvard di spruzzare particelle di solfato nell’atmosfera per riflettere la radiazione solare verso lo spazio, piuttosto che verso la terra, il TG 2 del 27/03/2017 ha spiegato agli Italiani che esiste la manipolazione climatica.

La TV (di conseguenza i quotidiani) hanno avuto quindi il permesso (o l’obbligo) di fare propaganda alla geo–ingegneria, presentandola come quella pillola necessaria per guarire il nostro clima impazzito che si è messo a surriscaldare la Terra, anche se noi uomini, causa una irrisolvibile crisi economica, continuiamo a chiudere fabbriche, inquinando per forza di meno. Anche noi in questi congressi ne parliamo e divulghiamo le informazioni sulla geo-ingegneria già da molti anni, non per propaganda o per complottismo, come ci accusano, ma per conoscere e fare conoscere la storia delle tecnologie militari e le loro conseguenze, per capire e scoprire la reale necessità di inquinare l’atmosfera appositamente con dei solfati o con tutti gli altri metalli pesanti che ritroviamo nelle analisi dell’aria, dell’acqua e del suolo. Perché non si danno spiegazioni credibili all’evidenza di cieli orrendamente stravolti da intrecci sistematici di scie, chiaramente non di condensa? Perché la scienza non è in grado di dare spiegazioni credibili al ripetersi di disastri ambientali, moltiplicati in intensità e in frequenza in questi ultimi anni? Perché in un clima temperato come il nostro dobbiamo subire trombe d’aria, tornado, sbalzi termici, tempeste con grandinate abnormi, alternanza di siccità e alluvioni, bombe d’acqua, metri di neve sulla riva del mare? E se fosse che la scienza viene usata per distruggere piuttosto che per favorire la vita? E se, studiando, scoprissimo che sono cento anni che l’Umanità avrebbe potuto risolvere tutti i problemi che la riguardano, dall’uso di energia gratuita, pulita, inesauribile a disposizione di tutti in ogni angolo della Terra, alla risoluzione di tutte le malattie da inquinamento, che oggi sono le peggiori, ma non ci è permesso, perché qualcuno ostacola anche solo che sorga il sogno di un mondo così bello?

Al Convegno parliamo di questo e di molto altro e tutto questo si chiama Storia, Diritto, Economia, Medicina, Scienza, Filosofia, Vita. Sicuramente non “teoria del complotto” accusa che ormai è decisamente insostenibile.

Link alla pagina del Convegno: Convegno Nazionale Chemtrails 2 (Scie Chimiche) – Perugia 29/30 Aprile 2017