L’Associazione Riprendiamoci il Pianeta nasce perché i valori dell’essere umano possano ritornare al centro della Vita del nostro pianeta e la Terra sia valorizzata, rispettata e amata come Madre della Vita dell’uomo. In questi tempi, il degrado umano è intenso e irritante per tutti coloro che non si identificano nelle idee dominanti di profitto e sopraffazione. Grande è la tensione che stiamo vivendo e non ci si può astenere dal fare tutto ciò che si può per riportare la coscienza dell’uomo verso la consapevolezza di sè e il rispetto per il pianeta, con quanto contiene.

L’Associazione vuole promuovere un movimento di rinnovamento che esprima modelli concreti che superino l’avidità e la distruttività umana, individuando le cause di profondo malessere nei settori fondamentali dell’esistenza umana: ambiente, salute, educazione, politica, economia, spiritualità e indicando l’emergere di alternative e soluzioni percorribili.

Riprendiamoci il Pianeta comunica on-line attraverso il blog www.riprendiamociilpianeta.it che, con la collaborazione di tutti gli iscritti, raggruppa informazione, formazione, educazione, scambio di merci e servizi per persone che non vogliono scendere a compromessi nel rispetto per la Vita.

“Riprendiamoci il Pianeta nasce con il chiaro intento di creare delle linee guida attraverso le quali raggruppare le forze sane della Terra. In questo modo, il nostro pianeta, potrà essere sostenuto in questo difficile momento dove il degrado sembra prevalere ad ogni livello. Se siamo qui ad interrogarci sulle sue reali possibilità di rinascita é perché crediamo nel genere umano e nella sua illimitata capacità di rigenerarsi. La logica del profitto, di una umanità alienata, deve cedere il passo a valori etici che mirino all’innocuità, fiduciosi che il Buono, il Bello e il Vero, possano rimanere i capisaldi della nostra esistenza.”

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Vaccini: scegliere con coscienza – Roma, 25 febbraio 2018

Noi di Riprendiamoci Il Pianeta - Movimento di Resistenza Umana ci poniamo queste domande e vogliamo delle risposte: Salute e benessere si arrestano dinnanzi alla porta di casa propria? Il coraggio viene impiegato solo per la propria idea, quando tocca il proprio interesse individuale, e non si riesce a concepire il bene comune? La nostra Costituzione dice: Art.32 La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana. Finché non capiremo questa necessità, e non daremo voce ad una vera democrazia popolare, continueremo ad essere succubi di un potere che continuerà a ricattarci mantenendoci in miserevoli condizion